Reddito di Autonomia: cos’è e che cosa contiene

Regione Lombardia avvia in forma sperimentale il Reddito di Autonomia: una rosa di voucher e contributi economici una tantum rivolte a famiglie, anziani, disabili e disoccupati in condizione di precarietà economica.  Mentre a livello nazionale – a seguito della sperimentazione del SIA in 12 città – è in avvio il Reddito di Inclusione Attiva (RIA) sulla base del Fondo di 600 milioni istituito dalla Legge di stabilità, la Lombardia sceglie una propria strada di sperimentazione e in considerazione, come da dichiarazioni del Presidente Maroni, di diverse proposte emerse da soggetti della società civile lombarda (tra cui Caritas ambrosiana, sindacati e associazioni di volontariato).
La struttura data al Reddito di Autonomia , che ha preso immediatamente avvio dopo la pubblicazione delle delibere, si discosta sia dalla misura nazionale, sia dalle proposte sopra nominate, ed  è articolata a partire da tre chiavi di lavoro – famiglie, anziani e disabili e disoccupati – a cui corrispondono 5 misure di intervento, rivolte a diverse tipologie di cittadini che si trovano in diverse condizioni di bisogno.
Nello specifico, dunque, “la via lombarda al reddito di autonomia” si propone come un ventaglio di misure che vanno a intervenire su diverse tematiche e ambiti di policy (politiche di co-partecipazione alla spesa sanitaria, politiche abitative, politiche di inclusione sociale, politiche attive del lavoro, politiche dell’istruzione, della formazione e del diritto allo studio ) in una logica di erogazione di contributi economici una tantum e di voucher per l’acquisto di servizi.

Chiave di lavoro Misura Contributo
Famiglie – per la salute, i figli, la casa Bonus bebè Contributo alle famiglie come sostegno socio-economico per la crescita del secondo e del terzo figlio
Bonus affitti Contributo per la riduzione dell’incidenza del canone di affitto per il mantenimento dell’abitazione in locazione
Abolizione super ticket ambulatoriale Esenzione dal  ticket sanitario aggiuntivo (super ticket) per le prestazioni di specialistica ambulatoriale  per persone a basso reddito
Anziani e disabili Assegno di autonomia Voucher per l’acquisto di interventi volti a migliorare la qualità della vita delle famiglie e delle persone anziane e disabili
Disoccupati Progetto Inserimento Lavorativo Contributo economico come indennità di partecipazione per la fruizione di servizi di orientamento, formazione e accompagnamento alla ricerca del lavoro  previsti dalla Dote Unica Lavoro

 

Le misure e i destinatari 

1.    Sostegno dell’autonomia e sostegno della natalità attraverso il bonus bebè

Misura erogata: Contributo una tantum di 800 euro per il secondo figlio e 1000 euro dal terzo in poi
Destinatari: Bimbi nati nel periodo 8.10.15-31.12.2015. Stimati su base annua in 26.000 secondogeniti e 10.000 terzogeniti e oltre
Requisiti: Famiglie con, ISEE non superiore a 30.000 euro, residenza di almeno 5 anni in Lombardia di entrambi i genitori
Modalità di accesso ed erogazione: a richiesta, e successiva erogazione diretta in un’unica soluzione tramite i consultori familiari
Decorrenza della misura: 8 ottobre 2015

2.       Sostegno alle famiglie residenti nei Comuni ad alta tensione abitativa per il mantenimento dell’abitazione in locazione

Misura erogata:Contributo fisso una tantum fino ad un massimo di 800 euro
Destinatari:  6.000 famiglie residenti in abitazioni in locazione nei 155 Comuni lombardi ad alta tensione abitativa
Requisiti: ISEE fsa compreso tra i 7.000 e i 9.000 euro, residenza in Lombardia da almeno 5 anni
Modalità di accesso ed erogazione:  bandi regionali aperti dal 2 novembre al 15 dicembre e successiva erogazione diretta in un’unica soluzione tramite i Comuni
Decorrenza della misura: 1 novembre 2015

3.       Esenzione dal  ticket sanitario aggiuntivo (super ticket) per le prestazioni di specialistica ambulatoriale

Misura erogata: esenzione dal pagamento della quota fissa (c.d. super-ticket) per le prestazioni di specialistica ambulatoriale (di cui alla L. n. 111/2011, così come rimodulata dalla DGR n. 2027 del 20.07.2011)
Destinatari:  500.000 famiglie (stimabile in 1.250.000 cittadini)
Requisiti:  cittadini e i loro familiari a carico con un reddito familiare fiscale annuale non superiore ad Euro 18.000
Modalità di accesso ed erogazione: autocertificazione del reddito imponibile
Decorrenza della misura: 15 ottobre 2015

4a. Interventi volti a migliorare la qualità della vita delle famiglie e delle persone anziane con limitazione dell’autonomia

Misura erogata: voucher mensile di 400 euro per l’acquisto di prestazioni di cura della persona e del domicilio e per il mantenimento della vita sociale e delle relazioni
Destinatari:  520 persone
Requisiti:  età>75 anni, con reddito ISEE inferiore a 10.000 euro e compromissione funzionale derivante da stato iniziale di demenza o Alzheimer o altre patologie di natura psicogeriatrica
Modalità di accesso ed erogazione: avviso pubblico regionale
Decorrenza della misura: 1 dicembre 2015

4b. Sviluppo dell’autonomia finalizzata all’inclusione sociale delle persone disabili

Misura erogata: voucher mensile di 400 euro finalizzato a sostenere l’autonomia della persona disabile e percorsi di inclusione in contesti sociali
Destinatari:  470 giovani e adulti con disabilità medio/grave
Requisiti:  età compresa tra i 16 e i 35 anni in riferimento alla disabilità intellettiva; età superiore ai 35 anni per persone con esiti da trauma o patologie invalidanti; reddito ISEE inferiore a 10.000 euro
Modalità di accesso ed erogazione: avviso pubblico regionale
Decorrenza della misura: 1 dicembre 2015

5.       Progetto di Inserimento Lavorativo (PIL)

Misura erogata: contributo economico di 300 euro per al massimo 6 mesi (valore commisurato e non superiore ai servizi di politica attiva del lavoro effettivamente fruiti)
Destinatari:  5.000 persone beneficiarie di Dote Unica lavoro
Requisiti:  stato di disoccupazione superiore a 36 mesi, ISEE familiare non superiore a 18.000 euro,  non fruizione di altre integrazioni al reddito, sottoscrizione di patto di corresponsabilità
Modalità di accesso ed erogazione: a sportello tramite il sistema Dote Unica Lavoro
Decorrenza della misura: 1 dicembre 2015

Le risorse

Le risorse dedicate a questa fase sperimentale delle misure relative al Reddito di Autonomia provengono in parte dal POR FSE  2014-2020, asse 1 e asse 2, e in parte da risorse proprie della Regione, a valere sul bilancio regionale 2015.

Misura Risorse stanziate Provenienza Riferimento normativo  
Progetto Inserimento Lavorativo 10.000.000 A valere sull’Asse I- POR FSE 2014-2020 DGR X/4151
Assegno di autonomia disabili 2.300.000 A valere sull’Asse 2 – POR FSE 2014-2020 Missione 12 programma 2 DGR X/4152
Assegno autonomia anziani 2.500.000 A valere sull’Asse 2 – POR FSE 2014-2020 Missione 12 programma 3 DGR X/4152
Bonus affitti 4.700.000 Bilancio regionale 2015Capitolo 12.06.104.10381 DGR X/4154
Bonus bebè 3.000.000 Bilancio regionale 2015Capitolo 12.05.104.7799 DGR X/4152
Abolizione super ticket ambulatoriale 8.000.0000 Bilancio regionale 2015Capitolo 13.01.104.8374 DGR X/4153

 

Allegati