Il quadro nazionale

Lombardiasociale ha seguito i principali atti di definizione del finanziamento pubblico al welfare analizzando, con il primo articolo, la Legge di Bilancio per il 2017 e le principali novità introdotte dal livello statale nel campo delle politiche sociali (l’introduzione di una misura nazionale per la lotta alla povertà, il fondo per il Dopo di Noi…), mostrando il tendenziale incremento dell’investimento centrale sul welfare sociale.
In corso d’anno il quadro è però stato rivisto alla luce del ridimensionamento del Fondo sanitario dovuto al risanamento della finanza pubblica dalle regioni autonome, ricaduta anche sulle regioni a statuto ordinario sotto forma di riduzione del FSN 2017 a cui è seguita anche la riduzione dei fondi sociali tradizionali, in particolare il Fondo Nazionale Politiche Sociali. Il tema è approfondito nel secondo articolo “Quel che resta dei fondi”, mostrando nel dettaglio le proiezioni sul livello regionale.
Il terzo contributo propone un affondo su un’altra novità che ha interessato gli scorsi mesi, ovvero la definizione dei nuovi LEA. L’articolo illustra le principali modifiche apportate in ambito socio-sanitario, evidenziando però i ridotti cambiamenti apportati dal decreto ministeriale, e mostrando in particolare la difficoltà persistente dal sistema lombardo nell’acquisire e rispettare sia i vecchi che i nuovi livelli.

Il finanziamento regionale

All’analisi del quadro nazionale sono stati affiancati approfondimenti sulla situazione del finanziamento al welfare a livello regionale. Il contributo riportato nel compendio riassume le principali scelte assunte dalla Giunta e consente la ricostruzione di un quadro puntuale sul finanziamento del welfare nel 2016 derivante dalla consueta analisi dei dati dell’assestamento di Bilancio. Le principali evidenze riguardano le ricadute lombarde dei nuovi fondi nazionali e, per la parte regionale, il parziale reintegro del Fondo famiglia, l’impiego di risorse europee per le misure legate al Reddito di Autonomia e l’attuazione dell’annunciata riduzione al Fondo sociale regionale.

Il finanziamento locale

Gli approfondimenti in tema di finanziamento e spesa si completano con alcuni dettagli riferiti al livello locale dei comuni.
Il primo articolo analizza i dati della periodica indagine Istat sulla spesa sociale dei comuni, mostrando le tendenze in atto e il cambiamento nelle scelte di sostegno agli interventi sociali sul territorio. Spesa che risulta ancora in calo, sebbene di livello più contenuto in Lombardia che in altre regioni, e di cui paiono risentire in particolare gli interventi rivolti ad anziani e quelli a contrasto dell’esclusione e della povertà.
Un ultimo contributo invece approfondisce la situazione dei servizi socio educativi per la prima infanzia, analizzando i cambiamenti dell’intervento pubblico per questi servizi in Lombardia e l’investimento dei singoli comuni. Propone una comparazione infra e interregionale a partire, anche in questo caso, dai dati derivanti da un’indagine Istat.