About Cristiano Gori

Cristiano Gori insegna politica sociale nel Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento. È consulente scientifico dell’Istituto per la Ricerca Sociale di Milano e visiting senior fellow presso la London School of Economics and Political Science. Ha ideato Lombardiasociale.it. Ha ideato anche il Network Non Autosufficienza (NNA), di cui è coordinatore, e l’Alleanza contro la povertà in Italia, della quale cui è coordinatore scientifico. Ha progettato la rivista “Welfare Oggi”, bimestrale edito da Maggioli, della quale è oggi direttore scientifico. E’ special advisor dell’International Long-Term Care Policy Network (ILPN), che ha contributo a fondare. È responsabile scientifico dei rapporti annuali Caritas sulle politiche contro la povertà in Italia. I suoi più recenti volumi sono “Il Welfare sociale in Italia. Realtà e prospettive” (primo autore, scritto V. Ghetti, G.Rusmini e R.Tidoli, Carocci, 2014, 2a ristampa), “Long-term care reforms in Oecd countries” (primo curatore, curato con JL Fernandez e R Wittenberg, Policy Press, 2015) e “Il Reddito d’Inclusione Sociale (Reis)” (primo autore, Il Mulino, 2016).

Le scelte nella regolazione delle rette nei servizi

le posizioni dei candidati governatori sullo sviluppo del welfare lombardo

A cura di , e

Le posizioni dei candidati sull'annoso tema della regolazione delle rette, tra rispetto dei LEA, sostegni alle persone in difficoltà economiche e adeguamenti per i gestori.

2018-06-06T11:29:45+02:0019 Febbraio 2018|Categories: La voce della Regione, Programmazione e Governance|Tags: , , |

La riduzione delle rette delle RSA lombarde: un cerotto su una ferita?

Commento alla misura che prevede 10 milioni di euro per la riduzione delle rette in RSA

di e

Regione Lombardia ha stanziato, per il 2017, 10 milioni di Euro destinati a ridurre le rette di anziani inseriti in RSA contrattualizzate. La soluzione scelta, tuttavia, è di carattere palliativo e non attua interventi strutturali in grado di intervenire alla radice del problema.

2018-06-22T12:35:11+02:0022 Gennaio 2017|Categories: Anziani, Punti di vista|Tags: |

La riforma sociosanitaria è entrata in vigore: cosa abbiamo capito in più?

Un’analisi aggiornata dei primi due mesi di attuazione della L.R. 23/2015

di e

A due mesi dall’avvio della riforma alcuni aspetti della legge si sono fatti più chiari. L’evoluzione migliorativa del sistema, nell’idea del legislatore, tocca prevalentemente il sistema sanitario, mentre manca un’idea chiara di integrazione con il sociale. I rischi di stress del sistema e di arretramento su alcuni percorsi già in atto, sembrano – in questa prima fase attuativa - già pienamente confermati.

La riforma del welfare serve ai cittadini lombardi?

Un'analisi di quadro della L.R.23/2015

di

L'articolo osserva la legge di riforma a partire dalle ricadute concrete che essa potrà generare per i diretti beneficiari del sistema di welfare, i cittadini lombardi. Si propone una analisi di quadro sui principali vantaggi, e i possibili svantaggi, che già oggi è possibile ravvisare.

Il Reddito di Autonomia della Regione Lombardia non è quello della Caritas

Contributo di Luciano Gualzetti - Vice direttore Caritas Ambrosiana - ed Egidio Riva Università Cattolica del Sacro Cuore

A cura di

La proposta sul contrasto alla povertà delle Caritas lombarde a confronto con le misure di Reddito di Autonomia emanate dalla Regione. L’articolo fa emergere evidenti distanze, qualche sospensione di giudizio e un auspicio.

2018-06-21T11:13:04+02:0029 Ottobre 2015|Categories: Povertà, Punti di vista|Tags: , , |

Novità importanti nella definizione degli obiettivi aziendali per le direzioni ASL in area sociosanitaria

DGR n. X/3554 dell’8 maggio 2015 – Determinazioni in ordine alla valutazione dei direttori generali delle Aziende Sanitarie Lombarde e definizione degli obiettivi aziendali per l’anno 2015 per le Aziende Sanitarie Locali (di concerto con gli Assessori Cantù e Garavaglia)

di

La dgr 3554/2015 sugli obiettivi aziendali delle ASL introduce importanti novità. La più rilevante è riferita all’introduzione di un obiettivo strategico di razionalizzazione dei costi dell’area sociosanitaria che pesa il 3% del bilancio ASSI, pari a quasi 50 milioni. Cosa dice la dgr e quali attenzioni si pongono nei prossimi mesi per i servizi sociosanitari lombardi?

Il finanziamento regionale delle politiche sociali. Note su un tema controverso

di

L’amministrazione regionale lombarda dovrebbe destinare maggiori stanziamenti alle politiche sociali di titolarità dei Comuni? Una puntualizzazione dei vincoli e delle opportunità reali rispetto alle possibili scelte regionali che serve a chiarire i termini di un dibattito sempre più frequente nella nostra regione.

La legge di stabilità e le future scelte del Governo

di

Un'analisi del testo in via di approvazione da parte del Governo. In leggera crescita i finanziamenti al welfare ma ancora incertezze sulle riforme da compiere. Una novità: il ripristino di risorse per gli asili nido. Interessante apertura sulla strategia dell'investimento sociale che rischia però di non porre adeguata attenzione alla tutela dei diritti dei più fragili.

2018-06-06T11:47:27+02:0028 Novembre 2014|Categories: Punti di vista|Tags: |

Giunta Maroni, un primo bilancio

di

L'articolo propone un'analisi quadro sul primo anno e mezzo di legislatura. La visione del nuovo Esecutivo sul welfare lombardo si fa ormai sempre più chiara e coerente. Ma quali garanzie si stanno costruendo però per la sua concreta, fattiva e durevole attuazione? L'analisi propone spunti e riflessioni nel tentativo di dare risposta a questo quesito.

Invalidità, il rebus dei controlli

di

Nelle proposte per la spending review il commissario Cottarelli ha suggerito a Renzi di realizzare la riforma dei contributi economici rivolti ad anziani non autosufficienti e persone con disabilità delineata dall'ultimo Governo Berlusconi. Il nuovo premier e il ministro competente, Poletti, hanno risposto negativamente. Facciamo il punto.

2018-06-06T12:02:18+02:009 Aprile 2014|Categories: Anziani, Disabilità, Punti di vista|Tags: |