Valentina Ghetti

vicedirettore

ricercatrice dell’Istituto per la Ricerca Sociale di Milano, dove svolge attività di ricerca, formazione e consulenza soprattutto nel settore della programmazione e della valutazione in ambito sociale e socio-sanitario. Ha una conoscenza approfondita del sistema lombardo di welfare grazie alle diverse attività di studio e consulenza per la Regione Lombardia e per numerosi territori lombardi



29 marzo 2017

images

Luci e ombre sul fattore famiglia lombardo

Contributo dell’Avv. Massimiliano Gioncada, avvocato in Piacenza, Milano, Brescia. Consulente legale degli Ordini regionali degli assistenti sociali della Lombardia, Liguria, Trentino Alto-Adige

A cura di

Il Fattore famiglia lombardo è legittimo? In che relazione sta con l’applicazione dell’ISEE? Quali sono gli aspetti potenzialmente critici che dovrà considerare il legislatore nell’attuazione della legge? Il punto di vista dell’Avv. Gioncada offre alcuni spunti di riflessione e di approfondimento.

Temi › ,

29 marzo 2017

download

Il (nuovo) Fattore famiglia lombardo. Un’analisi di dettaglio della legge

Contributo dell’Avv. Massimiliano Gioncada, avvocato in Piacenza, Milano, Brescia. Consulente legale degli Ordini regionali degli assistenti sociali della Lombardia, Liguria, Trentino Alto-Adige

A cura di

Il Consiglio Regionale ha di recente approvato l’introduzione del Fattore Famiglia Lombardo, quale indicatore reddituale che integra l’I.S.E.E. L’articolo analizza nel dettaglio i contenuti della legge, approfondendo nel dettaglio cosa prevede, gli ambiti di applicazione prioritari e criteri di applicazione.

Temi › ,

29 marzo 2017

download (1)

“In tempo”: la conciliazione apre i confini dell’intervento pubblico

Intervista A. Stanghellini e E. Mariani – Comune di Crema – capofila della rete per la conciliazione cremasca e del progetto “in tempo”

A cura di

L’esperienza della rete cremasca sulla conciliazione con il progetto “In tempo”. L’articolo sintetizza l’azione di progetto e si sofferma ad analizzarne il valore assunto per il welfare locale e per l’ente pubblico in particolare, focalizzando difficoltà incontrate e prospettive di sviluppo.

Temi › ,

14 marzo 2017

download

Nuovi assetti di governance post riforma: cosa sta cambiando per il sociale?

Evidenze dal confronto con i territori – parte 2

di

Il precedente articolo “La riforma invisibile?” presenta le prime evidenze, raccolte all’interno di un focus con alcuni attori territoriali, rispetto a cosa è cambiato nella vita dei cittadini e degli operatori a seguito della riforma del sistema sociosanitario lombardo. Vediamo ora i principali cambiamenti sugli assetti di governance ed in particolare le osservazioni dai territori – tratte dallo stesso focus – su ciò che sta accadendo riguardo la partecipazione dei comuni alla programmazione e al governo del nuovo welfare riformato

Temi › , ,

25 febbraio 2017

images

FNA e legittimità dell’assunzione dell’I.S.E.E. ordinario

Un parere dell’Avv. Massimiliano Gioncada, avvocato in Piacenza, Milano, Brescia. Consulente legale degli Ordini regionali degli assistenti sociali della Lombardia, Liguria, Trentino Alto-Adige

A cura di

Con la recente dgr X/5940 di destinazione del Fondo Non Autosufficienza 2016, la Regione ha introdotto alcune significative modifiche nella gestione delle misure B1 e B2. Nel dibattito che ne è seguito, uno degli elementi che ha destato maggior preoccupazione è riferito all’introduzione dell’I.S.E.E. ordinario per la definizione della graduatoria dei beneficiari della misura B1. Abbiamo sottoposto la questione all’Avv. Gioncada per un parere qualificato.

Temi › , ,

22 febbraio 2017

Adult man changing reality

La riforma invisibile?

I cambiamenti in atto per cittadini e gli operatori dei servizi

di

A 18 mesi dall’entrata in vigore della LR 23 di riforma del sistema sociosanitario lombardo e della costituzione di ATS e AssT, cosa è cambiato nella vita dei beneficiari del welfare riformato – i cittadini – e dei suoi protagonisti diretti – gli operatori dei servizi? Un focus con alcuni attori territoriali ha consentito di raccogliere prime evidenze e porre spunti di riflessione sulle ricadute oggi visibili del processo di riforma in atto.

Temi › ,

22 febbraio 2017

download

Linee guida sulla tutela: una call per le buone pratiche locali

Intervista a Davide Sironi – dirigente presso la Direzione Generale Reddito di Autonomia e Inclusione sociale

A cura di

A seguito della pubblicazione delle linee guida regionali sulla tutela minori, la Regione lancia una call per la raccolta di buone pratiche locali, coerenti con le linee di indirizzo emanate. L’intervista approfondisce le ragioni di merito dell’iniziativa e specifica nel dettaglio le modalità della call.

Temi › ,

14 febbraio 2017

scala

Dopo di Noi: opportunità e attese del Terzo settore

Contributo di Valeria Negrini – Presidente Federsolidarietà Regionale

di

A breve la Regione Lombardia è chiamata a dare indirizzi circa l’impiego dei primi 15 milioni del Fondo Dopo di Noi. La cooperazione sociale mette a fuoco rischi da evitare, opportunità da giocare e attese circa la regolazione del fondo per nella nostra regione.

Temi › ,

18 gennaio 2017

lente

Regole 2017: la Riforma entra nel vivo?

Dgr n. X/5954 del 5 dicembre 2016 – “Determinazioni in ordine alla gestione del servizio sociosanitario per l’esercizio 2017”

di

Le consuete regole di esercizio per l’anno 2017 annunciano importanti novità: il passaggio alla seconda fase della riforma, la trasformazione del sistema d’offerta, nuovi sistemi di tariffazione, nuovi modelli di classificazione della domanda… Dichiarazioni importanti, qui declinate ancora a livello di principi e obiettivi, da seguire nella loro traduzione operativa.

Temi › , ,