Misure di sostegno al cittadino: un’analisi degli assistenti sociali

Un contributo a cura di Giulia Ghezzi – assistente sociale referente del gruppo “Servizio sociale professionale negli enti locali” dell’Ordine degli Assistenti sociali della Lombardia

A cura di

Il gruppo di lavoro attivato presso il CROAS (Consiglio Regionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali) lombardo ha svolto una mappatura e un’analisi sulle misure di welfare a disposizione del cittadino lombardo, facendo emergere la grande frammentarietà degli interventi e la mancanza di un quadro organico. Gli assistenti sociali chiedono alla Regione di rendere il sistema più semplice e coerente, nonché più equo ed efficace.

Cambiare paradigma? Perché noi siamo già unici

Un contributo di Valeria Negrini, portavoce del Forum Terzo Settore Lombardia

A cura di

Riflessioni a margine della richiesta di istituire un’unica direzione generale per gli interventi sociosanitari, socio assistenziali e sociali e commento riguardo la proposta del Piano Sociosanitario Integrato lombardo per il quinquennio 2019 – 2023 recentemente approvata.

Regole di esercizio 2019. Terzo provvedimento integrativo

DGR 1987/19

di

L’Autore espone i punti salienti del terzo provvedimento emanato da Regione Lombardia ad integrazione della DGR 1046 del 17/12/2018. La normativa potenzia il finanziamento di varie unità di offerta sociosanitarie diurne e domiciliari.

Negoziazione sociale: l’azione in Lombardia di Fnp-Cisl

Intervista a Emilio Didonè, Segretario Generale Fnp Cisl Lombardia

A cura di

Il contributo propone una sintesi del Rapporto 2017 Fnp-Cisl Lombardia sul tema della negoziazione sociale di prossimità, una delle azioni fondamentali dell’organizzazione sindacale.

Delibera delle Regole di esercizio 2019

Dgr XI/1046 del 17/12/2018 “Regole per la gestione del servizio sociosanitario per l’esercizio 2019”

di

L’articolo sintetizza le prime regole di esercizio emanate dalla XI legislatura che definiscono tre grandi obiettivi del Servizio Sociosanitario regionale, in continuità con la riforma introdotta dalla legge regionale 23/2015 e le azioni sviluppate nella Xma legislatura.