Verso il budget di progetto/di salute: una transizione possibile

di

L'esperienza di altre Regione in applicazione del budget di salute e le evidenze derivanti da un percorso di ricerca a cura dell'ISFOL nell’ambito dei lavori dell’Osservatorio Nazionale Disabilità istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. L'articolo sottolinea alcuni elementi che potrebbero favorire la transizione verso l'attuazione della logica del budget di salute anche nella nostra regione.

2018-06-22T15:40:49+00:00 19 dicembre 2016|Categories: Disabilità, Punti di vista|Tags: , |

Reddito di autonomia e disabilità: obiettivo inclusione sociale?

Il commento al decreto di assegnazione delle prime risorse in favore dell'inclusione delle persone con disabilità

di

Nel giro delle prossime settimane entrerà a regime la misura del Reddito di autonomia in favore dello "Sviluppo dell'autonomia finalizzata all'inclusione sociale delle persone disabili". Un provvedimento che viene incontro alle esigenze dei nuclei familiari in difficoltà economica, anche a causa dei costi che devono sopportare per l'assistenza ad un familiare con disabilità. Obiettivo fondamentale degli interventi sarà l'inclusione sociale delle persone coinvolte, con un orientamento complessivo verso la presa in carico e la progettazione personalizzata. Una scelta coraggiosa che sfida e coinvolge da un lato i servizi sociali comunali e dall'altro gli enti gestori di servizi quali i CSE e gli SFA. Un provvedimento che contiene alcune criticità di cui tener conto per auspicabili e successivi interventi di carattere strutturale.

Budget di salute ed integrazione tra politiche sociali e sanitarie

di

Il welfare regionale indica il budget di salute quale direzione da intraprendere per governare la presa in carico della persona con disabilità. Cosa significa assumere questa prospettiva? L’articolo propone riflessioni in tema di integrazione tra politiche e spunti per una possibile traduzione operativa.

2018-06-25T14:15:38+00:00 1 aprile 2015|Categories: Disabilità, Finanziamento e spesa, Punti di vista|Tags: |

La valutazione della persona secondo il budget di salute: spunti per il welfare lombardo

Tra multidimensionalità e partecipazione attiva della persona

di

Il welfare regionale indica il budget di salute quale direzione da intraprendere per governare la presa in carico della persona con disabilità. Cosa significa assumere questa prospettiva nella valutazione della persona? L’articolo propone spunti e riflessioni per una sua possibile traduzione operativa.

2018-06-25T14:23:44+00:00 25 febbraio 2015|Categories: Disabilità, Punti di vista|Tags: |

Dalla “dote welfare” al “budget di salute”, cosa dovrebbe cambiare dal punto di vista delle persone con disabilità?

di

Il nuovo esecutivo da tempo nomina il dispositivo del budget di salute come uno degli strumenti attuativi su cui dovrebbe basarsi la riforma del welfare lombardo (si veda la recentissima dgr 2655 di riparto del sulle gravissime disabilità). Ma cosa significa applicare la logica del budget di salute in una regione come la nostra? Quali aspetti del nostro welfare andrebbero messi radicalmente in discussione? Cosa dovrebbe concretamente cambiare nel sistema dei servizi e nella presa in carico delle persone con disabilità, affinché il passaggio al budget di salute non risulti solo un’operazione nominale e senza sostanza?

2018-06-06T11:47:26+00:00 1 dicembre 2014|Categories: Punti di vista|Tags: |

Il Budget di cura: definizioni e applicazioni

Intervista a Fabrizio Starace - Direttore del Dipartimento di Salute mentale e Dipendenze patologiche dell'Azienda USL di Modena

A cura di

Negli atti regionali si fa spesso riferimento al budget di cura. Nei diversi indirizzi emanati dalla DG Famiglia viene citato quale strumento di attuazione dell’integrazione sociosanitaria e della presa in carico integrata, in particolare in riferimento alla non autosufficienza. Poiché per ora non sono ancora state date indicazioni specifiche sulla sua concreta applicazione, abbiamo pensato di chiarire a cosa si fa riferimento nella letteratura scientifica e nelle esperienze italiane che hanno provato ad applicarlo, chiedendolo a chi ne ha fatto da tempo un oggetto di approfondimento.

2018-06-25T15:10:36+00:00 28 gennaio 2014|Categories: Disabilità, Punti di vista|Tags: |