Fase 2 Covid-19: una delibera che non piace

Intervista a Valeria Negrini – Portavoce Forum Terzo Settore

A cura di

All’indomani dell’approvazione della delibera n.3226 che definisce gli indirizzi per il sistema dei servizi socio-sanitari per affrontare la cosiddetta Fase 2, il Forum ha espresso un parere sostanzialmente negativo sull’atto deliberato dalla Regione.

DGR 3226, a gran voce semplificazioni e chiarezza

In dialogo con Luca Degani, avvocato Presidente di UNEBA Lombardia

A cura di

Aspetti di criticità, questioni di interesse e richieste presentate a Regione Lombardia. Il punto di vista di UNEBA riguardo le disposizioni contenute nella DGR n. 3226 di gestione della fase 2 dell’emergenza Covid-19 in ambito sociosanitario.

Il mondo della disabilità e l’emergenza Covid-19

Gli esiti del rapporto Pedagogia della resilienza curato dalla rete Immaginabili risorse

di

La rete Immaginabili risorse ha realizzato un'indagine coinvolgendo famiglie, enti gestori e associaizoni, per raccontare cosa è successo nei mesi di lockdown dovuti all'emergenza sanitaria. Come si sono riorganizzati i servizi? Qual'è stato il vissuto delle famiglie? Una narrazione che racconta di una fase complessa che però ha portato a molte nuove scoperte e ha portato alla luce nuove risorse per riavviare le relazioni tra persone con disabilità, servizi e famiglie.

La DGR n. 3226: una delibera fuori tempo

di

Il contributo commenta la recente DGR n. 3226 che dispone la ripartenza delle attività sociosanitarie lombarde nella cosiddetta Fase 2 dell’emergenza Covid-19, mettendo in luce, a partire dal confronto con l’altrettanto recente DGR 3183 che disciplina la riapertura dei servizi diurni per le persone con disabilità, criticità e problemi in particolare in capo alla responsabilità degli enti gestori.

2020-06-29T23:44:51+02:0017 Giugno 2020|Categorie: Disabilità, Punti di vista|Tag: , , , , , |

Apprendimenti e scoperte nei servizi per la disabilità

Intervista a Maurizio Colleoni a partire dalla ricerca Pedagogia della resilienza realizzata dalla rete Immaginabili risorse

A cura di

La rete Immaginabili risorse ha realizzato una ricerca (reperibile sul sito www.includendo.net) – attraverso interviste ai servizi e alle famiglie di numerose realtà del Nord Italia – per capire come le persone con disabilità, le famiglie e i servizi abbiano affrontato e superato l’emergenza Covid e il conseguente periodo di chiusura dei servizi. Abbiamo chiesto a Maurizio Colleoni, responsabile scientifico di Immaginabili risorse, quali considerazioni emergono dagli esiti della ricerca.

Centri diurni, si riparte! Diversi piani … di realtà?

Un contributo di Marta Prosperi, direttore servizi Cooperativa Solaris Triuggio (MB)

A cura di

Il difficile passaggio dal Piano territoriale regionale, a partire dalle indicazioni contenute nella Dgr n. 3183 del 26 maggio 2020, all’effettiva riattivazione dei servizi semiresidenziali per le persone con disabilità nella cosiddetta Fase 2 dell’emergenza Covid-19, attraverso gli occhi di una responsabile di servizi.

Lo strano caso della DGR 1987/2019

Le risorse aumentano ... ma è tutto oro ciò che luccica?

di

Un commento al terzo provvedimento integrativo delle Regole di esercizio 2019 che potenzia il finanziamento delle unità di offerta sociosanitari. L’Autore riflette sui cambiamenti dichiarati e sulle questione aperte riguardo i servizi per le persone con disabilità.

2019-12-01T20:40:39+01:0029 Novembre 2019|Categorie: Disabilità, Punti di vista|Tag: , , , , |

Lo strano caso delle tariffe nei CDD Lombardi

Contributo di Massimiliano Malè – Direttore dei Servizi della Cooperativa Sociale Nikolajewka ONLUS

A cura di

L’articolo analizza e commenta le distorsioni del sistema di remunerazione nei CDD mediante l’utilizzo delle schede SIDi. Al crescere della fragilità cresce la remunerazione giornaliera da parte del Fondo Sanitario Regionale, ma non in proporzione allo standard gestionale minimo richiesto. Risultato: più si è gravi, più cresce il costo della frequenza al servizio.

2018-06-22T14:22:09+02:0028 Maggio 2018|Categorie: Disabilità, Punti di vista|Tag: |

Confronto Maroni-Formigoni: come cambiano le scelte allocative sul sociosanitario

Un confronto sul finanziamento delle diverse unità d’offerta a budget nel comparto sociosanitario

di

Dall'analisi dei budget per l'anno 2015 si osservano le scelte di finanziamento dell'Esecutivo, ed è possibile compararle con quanto rilevato nel 2012, l'ultimo anno della legislatura Formigoni. Quali unità di offerta si finanziano e quanto? Cosa è cambiato nelle scelte regionali?