LEA sociosanitari e “quota sociale”: l’annosa questione lombarda

Contributo dell’Avv. Massimiliano Gioncada - avvocato in Piacenza, Milano, Brescia. Consulente legale degli Ordini regionali degli assistenti sociali della Lombardia, Liguria, Trentino Alto-Adige

A cura di

In connessione al dibattito sull’introduzione del nuovo Isee, l’articolo si sofferma sulla questione correlata del rispetto dei LEA sociosanitari e della definizione della cosiddetta “quota sociale”. La rivisitazione dei LEA sociosanitari è una delle strade praticabili per superare la polarizzazione tra l’esigibilità di un diritto e la sostenibilità economica; la declinazione della quota sociale una questione di equità.

2018-06-06T11:41:27+01:0011 Luglio 2016|Categorie: Punti di vista|Tag: |

Neuropsichiatria: riforma … in corso?

Commento di Antonella Costantino – Direttore UONPIA della Fondazione IRCCS “Ca’ Granda” Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e presidente di SINPIA

A cura di

Il commento analizza il passaggio della "Delibera delle regole" dedicata ai servizi di Neuropsichiatria Infantili, in attesa dell'approvazione, da parte del Consiglio Regionale, del nuovo articolo di legge dedicato all'Area della Salute Mentale.

Verifica Adempimenti LEA 2013

Dove si colloca la Regione Lombardia?

E’ stato da poco reso pubblico sul sito del Ministero della Salute il Rapporto di Verifica Adempimenti Lea 2013. Questo contributo, a partire dal documento, intende fare il punto sui Lea sociosanitari e posizionare la Lombardia rispetto alle altre regioni.

2018-06-15T14:38:56+01:003 Febbraio 2016|Categorie: Anziani, Dati e ricerche, Disabilità|Tag: , , |

La riforma del welfare serve ai cittadini lombardi?

Un'analisi di quadro della L.R.23/2015

di

L'articolo osserva la legge di riforma a partire dalle ricadute concrete che essa potrà generare per i diretti beneficiari del sistema di welfare, i cittadini lombardi. Si propone una analisi di quadro sui principali vantaggi, e i possibili svantaggi, che già oggi è possibile ravvisare.