La riforma del welfare serve ai cittadini lombardi?

Un'analisi di quadro della L.R.23/2015

di

L'articolo osserva la legge di riforma a partire dalle ricadute concrete che essa potrà generare per i diretti beneficiari del sistema di welfare, i cittadini lombardi. Si propone una analisi di quadro sui principali vantaggi, e i possibili svantaggi, che già oggi è possibile ravvisare.

Indicatori di appropriatezza: il percorso di miglioramento della Dgr 1767/2014

Un contributo di Antonio Monteleone - Presidente di Agespi Lombardia

A cura di

Le regole di sistema 2015 hanno rinviato al secondo semestre 2015 l’applicazione definitiva degli indicatori di appropriatezza previsti dalla Dgr 1765/2014. Dopo il primo anno di applicazione, l’approssimarsi di tale scadenza e la necessità di operare degli aggiustamenti ha indotto le Associazioni degli Enti Erogatori socio-sanitari di diritto privato a chiedere alla Regione dei momenti di confronto. Ne è scaturita la costituzione di un tavolo tecnico congiunto, formato da rappresentanti di Regione Lombardia, delle ASL e delle Associazioni, con l’obiettivo di giungere in modo condiviso ad alcune ri-tarature della normativa.

2018-06-12T15:39:55+02:003 Giugno 2015|Categories: Anziani, Punti di vista|Tags: , , |

Vendor rating nelle RSA: a che punto siamo?

Intervista ad Emanuele Gollini – Confcooperative Lombardia e direttore RSA Villa Azzurra (MN)

A cura di

La delibera delle regole 2015 ha esplicitato l’intenzione della Regione di superare la budgettizzazione dei posti RSA su base storica per orientarsi, già dal 2015, verso un sistema fondato sulla valutazione della qualità delle strutture, attraverso l’applicazione di un sistema di Vendor Rating. Cosa è accaduta a seguito della approvazione della dgr e a che punto siamo sul percorso di attuazione del sistema di Rating per le Rsa? Il referente di Confcooperative Lombardia del gruppo tecnico istituito dalla Regione, spiega ai lettori di LS il percorso che si è intrapreso, su cosa si sta concretamente lavorando e quali variazioni si auspicano nell’attuazione del sistema.

2018-06-06T11:45:13+02:0031 Marzo 2015|Categories: Punti di vista|Tags: , |

Regole 2015 e disabilità

di

Cosa si devono aspettare le persone con disabilità dall'attuazione della cosiddetta delibera delle 'Regole 2015' riguardante la gestione del Servizio socio sanitario regionale? L'articolo propone alcune riflessioni sulle indicazioni contenute nella dgr 2989 "Determinazioni in ordine alla gestione del servizio socio sanitario regionale per l’esercizio 2015"

2018-06-25T14:19:35+02:0027 Febbraio 2015|Categories: Disabilità, Punti di vista|Tags: |

Nuovi indicatori di appropriatezza nelle RSA: positività e criticità del sistema di valutazione

Un contributo di Giambattista Guerrini - Fondazione Brescia Solidale e SIGG Lombardia

A cura di

Le regole di sistema 2015 rinviano al secondo semestre 2015 l’applicazione definitiva degli indicatori di appropriatezza previsti nella Dgr 1765/2014. Dopo un primo profilo tracciato “ a caldo” sull’impianto complessivo della normativa subito dopo la sua emanazione, LS propone un approfondimento focalizzato in particolare sulle strutture residenziali.

2018-06-12T15:58:25+02:0027 Gennaio 2015|Categories: Anziani, Punti di vista|Tags: , |

Il sistema Vendor Rating in socio sanità. Una trasposizione discutibile

Un contributo di Antonio Monteleone - Presidente di Agespi Lombardia

A cura di

Le nuove regole di esercizio introducono per le RSA una novità importante: il sistema di vendor rating, un tema di fondamentale interesse per i gestori. Di cosa si tratta, da dove viene, quanto è corretto applicarlo in ambito sociosanitario? Questi sono alcuni degli aspetti su cui il commento di AGeSPI mira a fare chiarezza.

2018-06-22T15:49:02+02:0026 Gennaio 2015|Categories: Anziani, Punti di vista|Tags: , , |

Le regole di sistema 2015

Dgr n. X/2989 del 23 dicembre 2014 – Determinazioni in ordine alla gestione del servizio socio sanitario regionale per l’esercizio 2015

di

L’antivigilia di Natale la Giunta ha approvato le nuove regole di sistema. Per i servizi sociosanitari, ed in particolare per le RSA, ci sono importanti novità. Inizia il percorso di adozione dei costi standard, si apre la contrattualizzazione di nuovi posti e soprattutto si avvia l’introduzione di un nuovo sistema di remunerazione, che supera la logica della spesa storica a favore un sistema basato sulle performance delle strutture – Vendor rating.

2018-06-18T14:32:31+02:0012 Gennaio 2015|Categories: Atti e normative, Programmazione e Governance|Tags: |

Il “vuoto per pieno” diventa meno rigido

Un commento alle modifiche sulla remunerazione delle assenze

di

A seguito delle osservazioni pervenute da associazioni ed enti gestori la Regione Lombardia aumenta i tempi di remunerazione in caso di assenza, ai soli servizi per persone con disabilità e dell’area dipendenze. Il limite passa da 20 a 50 giorni per i servizi residenziali per persone con disabilità (RSD, CSS) e da 20 a 30 giorni per i servizi semiresidenziali (CDD).

2018-06-12T16:24:27+02:0027 Giugno 2014|Categories: Disabilità, Punti di vista|Tags: |

La nuova regola sulle assenze: quali ricadute per i gestori?

Intervista a Fausto Ferriani - Direttore Gestionale presso la Cooperativa Sociale LA QUERCIA Onlus e co-coordinatore di Co.Se.Di. Mantova

A cura di

Cosa sta generando concretamente la revisione della regola sulla remunerazione delle assenze? Che impatto ha sui bilanci degli enti gestori? Proseguiamo l’approfondimento su questo tema a partire da un’analisi puntuale dei dati sulle assenze di alcuni gestori del mantovano e sulle proiezioni delle ricadute economiche.

2018-06-25T14:53:51+02:0014 Maggio 2014|Categories: Disabilità, Punti di vista|Tags: , , |