L’attuazione della riforma sociosanitaria e le aree di innovazione del welfare

A cura di

La riforma avviata con l.r. 23/2015, dopo una prima fase caratterizzata da diverse enunciazioni circa il processo di cambiamento che il legislatore avrebbe inteso generare, è entrata nel vivo. Presentiamo qui un vademecum, scaricabile in allegato, che raccoglie i principali articoli e contributi pubblicati durante l'anno riguardo l'evoluzione del processo di riforma sociosanitaria, le prime ricadute riguardo i cambiamenti introdotti nella vita dei cittadini, degli operatori dei servizi e negli assetti di governance. Un'ultima parte rivolge l'attenzione alle innovazioni che stanno interessando i territori sul tema del welfare di comunità.

Anziani non autosufficienti e soggetti cronici: l’offerta del welfare lombardo – 2

A cura di

Presentiamo qui un vademecum, scaricabile in allegato, diviso in due parti, che compie un excursus su due temi rilevanti per l’accudimento e le cure di anziani non autosufficienti e soggetti cronici. In continuità con il vademecum 2016, la prima sezione riguarda il SAD, il Servizio di Assistenza Domiciliare comunale, e il sistema dei sostegni domiciliari nel suo complesso; la seconda parte si riferisce alle politiche regionali dell’ultimo anno in materia di cronicità e cure palliative.

Partecipare o no al nuovo sistema sulla cronicità?

Un contributo di Marco Noli, docente a contratto di Organizzazione dei Servizi, Università Cattolica di Milano

A cura di

Molti attori del sistema sociosanitario della Regione Lombardia, chiamati a manifestare l’interesse a diventare gestori, co-gestori o erogatori dei percorsi di presa in carico della cronicità ai sensi della dgr n. 6551 del 4 maggio 2017, si stanno chiedendo in questo mese quale decisione prendere. L’articolo propone alcune riflessioni sullo scenario che si prefigura.

A due anni dall’avvio della riforma

Contributo di Lorella Brusa - Segretaria Camera del Lavoro Territoriale Monza e Brianza

di

Cosa si percepisce a due anni dall’approvazione della riforma sociosanitaria lombarda sul territorio? Lo abbiamo chiesto ad un’esponente del sindacato di Monza e Brianza che, a partire dalle attese alla vigilia dell’approvazione della legge, riporta riflessioni ed evidenze emergenti dal suo contesto territoriale.

Nuova governance territoriale: l’impegno di ANCI Lombardia

Intervista a Graziano Pirotta – Presidente dipartimento Welfare ANCI Lombardia

A cura di

Il punto di vista di Anci sull'applicazione del nuovo assetto di governance regionale, le evidenze che arrivano dai territori e gli impegni diretti per sostenere i territori ad affrontare questa delicata fase di trasformazione post-riforma.

Una nuova epoca per il welfare lombardo?

Un commento sulla riforma del welfare, a latere delle ultime delibere regionali

di

Il commento a cura di Anffas Lombardia e Ledha al percorso di riforma regionale e a quanto sembra prefigurarsi per le politiche e gli interventi per la disabilità a seguito delle regole 2017 e della nuova dgr sulla domanda. L'articolo focalizza le opportunità da cogliere e i rischi da evitare, avanzando anche alcune proposte.

29 marzo 2017|Categorie: Disabilità, Punti di vista|Tags: |

Nuovi assetti di governance post riforma: cosa sta cambiando per il sociale?

Evidenze dal confronto con i territori – parte 2

di

Il precedente articolo “La riforma invisibile?” presenta le prime evidenze, raccolte all’interno di un focus con alcuni attori territoriali, rispetto a cosa è cambiato nella vita dei cittadini e degli operatori a seguito della riforma del sistema sociosanitario lombardo. Vediamo ora i principali cambiamenti sugli assetti di governance ed in particolare le osservazioni dai territori – tratte dallo stesso focus - su ciò che sta accadendo riguardo la partecipazione dei comuni alla programmazione e al governo del nuovo welfare riformato

Le riforme istituzionali servono?

Le evidenze del Rapporto OASI 2016 sul Sistema Sanitario Nazionale

A cura di

Il Rapporto OASI 2016, elaborato dal Cergas dell’Università Bocconi, mira a individuare le principali tendenze evolutive del SSN e del settore sanitario italiano alla luce delle evidenze disponibili. Riportiamo qui una sintesi di due capitoli che approfondiscono i trend comuni, i pro e i contro dei riordini del SSN attuati da alcune regioni.

DGR 6164/2017 – governo della domanda: il commento di un’Associazione di Enti Gestori

Un Contributo di Antonio Monteleone, Presidente AGeSPI Lombardia

A cura di

Il commento di AGeSPI Lombardia mette in risalto alcuni elementi di grande novità delle normativa, sottolineando nel contempo alcuni punti nebulosi o poco coerenti e avanzando alcuni suggerimenti.

22 febbraio 2017|Categorie: Punti di vista|Tags: , , |

La riforma invisibile?

I cambiamenti in atto per cittadini e gli operatori dei servizi

di

A 18 mesi dall’entrata in vigore della LR 23 di riforma del sistema sociosanitario lombardo e della costituzione di ATS e AssT, cosa è cambiato nella vita dei beneficiari del welfare riformato – i cittadini – e dei suoi protagonisti diretti – gli operatori dei servizi? Un focus con alcuni attori territoriali ha consentito di raccogliere prime evidenze e porre spunti di riflessione sulle ricadute oggi visibili del processo di riforma in atto.

22 febbraio 2017|Categorie: Programmazione e Governance, Punti di vista|Tags: |