Temi

Terzo settore



5 aprile 2016

esperienza Lecco

Coprogettazione e politiche per la famiglia: l’esperienza del comune di Lecco

Intervista a Riccardo Mariani, Assessore alle Politiche Sociali, Lavoro e Casa del Comune di Lecco e a Marina Panzeri, dirigente della medesima Area del Comune di Lecco.

A cura di

A partire dal 2011, Regione Lombardia ha normato e fornito indicazioni in attuazione della L.328 e del d.p.c.m. 30/03/2001 in merito alle procedure di coprogettazione con il terzo settore.
Molti Comuni hanno così cominciato ad utilizzare la coprogettazione come strumento e metodo per la progettazione e l’implementazione dei servizi, in particolare nell’area degli interventi rivolti a famiglie e minori. Presentiamo qui l’esperienza del Comune di Lecco, Comune che tra i primi ha adottato questo strumento per avviare un approfondimento sulle opportunità offerte dalla coprogettazione e per innovare le misure e le politiche rivolte a famiglie e minori nei grandi Comuni lombardi.

Temi > , , ,

16 marzo 2016

LG anac

Linee guida ANAC per l’affidamento al terzo settore: cominciamo a fare chiarezza

Un commento di Barbara L. Boschetti, professore associato di diritto amministrativo presso la Facoltà di scienze politiche e sociali, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

A cura di

A seguito della pubblicazione delle Linee Guida da parte dell’Autorità Nazionale Anticorruzione avviamo il dibattito in merito a questo documento e alle sue possibili ricadute a partire con un approfondimento giuridico che aiuta a fare chiarezza in merito ai principali messaggi che vi sono contenuti.

Temi > , , ,

4 marzo 2016

cantone

Affidamento di servizi al terzo settore: quali indicazioni?

L’Autorità Nazionale Anticorruzione pubblica le Linee guida per l’affidamento di servizi a enti del terzo settore e alle cooperative sociali. Delibera n°32 del 20 gennaio 2016

A cura di

Una guida alle principali voci trattate dall’ANAC all’interno del documento, completata dal rimando ad una sintesi in 10 punti degli elementi di maggiore rilevanza pubblicata da Vita.it. Seguirà a breve la pubblicazione di un articolo di commento e approfondimento in merito alle principali novità contenute nel documento.

Temi > ,

1 dicembre 2015

img-co-progettazione1

Dalla co-progettazione alla co-gestione tra enti pubblici e terzo settore

Come si stanno sviluppando le esperienze territoriali lombarde?

di e

A 4 anni dall’emissione dei principali atti regionali che hanno introdotto la coprogettazione tra le possibili modalità di collaborazione tra enti pubblici e organizzazioni del terzo settore, questo strumento e metodo di lavoro si è diffuso a macchia d’olio in tutta la Lombardia e non solo.
Oggi non solo si coprogetta, ma si sperimentano anche modalità di cogestione degli interventi e la relativa creazione di nuovi equilibri e relazioni tra enti pubblici e privato sociale.
Riportiamo qui alcune considerazioni trasversali che mirano a evidenziare le principali opportunità che la coprogettazione sta offrendo ai territori e le principali attenzioni nel praticarla, nella consapevolezza che si tratta di un metodo di lavoro che richiede ancora allenamento, sistematizzazione e un’efficace modellizzazione.

Temi > ,

15 ottobre 2015

erase2

Riforma sociosanitaria: come cambia la legge regionale 3/2008

Contributo di Carlo Mario Mozzanica – Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

A cura di

La legge di riforma appena approvata è intervenuta in modo sostanziale a modificare la normativa quadro regionale n.3/2008 sul governo della rete del sistema d’offerta sociale e sociosanitario. L’articolo propone una disamina puntuale delle modifiche apportate e primi commenti in relazione ai significati e alle possibili conseguenze.

Temi > , ,

16 giugno 2014

forum TS lombardia

I commenti del Forum Lombardia alla riforma nazionale del Terzo Settore

A cura di

Si riprende qui la posizione del Forum del terzo settore della Lombardia in riferimento alle linee guida del Governo per la riforma del terzo settore, su cui si sta concludendo la fase di consultazione aperta del territorio.

Temi > ,

21 maggio 2014

Renzi2

Una buona riforma del terzo settore? Il Governo faccia attenzione alla co-progettazione

Un commento alle linee guida del Governo per la riforma del Terzo settore

di

Dalle linee guida ad alcune riflessioni intorno alla coprogettazione pubblico –privato. Il Presidente dell’Irs commenta il documento del Governo e identifica alcune attenzioni da avere nella conduzione del percorso di riforma.

Temi > ,

16 aprile 2014

cariplo welf

Fondazione Cariplo ad una svolta? Opportunità e rischi del nuovo bando Welfare in azione

Intervista a Monica Villa, vice direttore Area Servizi alla Persona Fondazione Cariplo

A cura di

Con l’emissione del bando “Welfare in azione” Fondazione Cariplo propone una svolta rispetto a quanto promosso fino ad ora attraverso i bandi: non più sperimentare pratiche e progetti innovativi ma ripensare e trasformare i sistemi di welfare territoriale.
Questa sfida apre molte opportunità e allo stesso tempo espone ad alcuni rischi possibili, che sono attualmente oggetto di un ampio dibattito sui territori.
Li abbiamo discussi con Monica Villa, vice direttore dell’Area Servizi alla Persona della Fondazione, a cui abbiamo chiesto con questa intervista di raccontarci la visione, la logica strategica e le aspettative di cambiamento che hanno guidato la definizione di questo bando.

Temi > , , ,

27 marzo 2014

logo_forum

Forum Terzo Settore Lombardia: i punti critici di un buon percorso di riforma

Lettera del Forum del Terzo Settore all’Assessore Cantù

A cura di

Si è concluso il primo anno dell’Esecutivo Maroni e il Forum del Terzo Settore lombardo, con una lettera all’Assessore, esprime prime valutazioni sull’operato complessivo dell’Assessorato alla famiglia. Riportiamo nell’articolo i principali aspetti problematici indicati, su cui si invita la Regione a prevedere momenti di confronto pubblico.

Temi > ,

6 dicembre 2013

farerete2

Innovazione dei servizi alla persona e ruolo dei consorzi di cooperative

Intervista a Stefano Granata - Presidente del Gruppo cooperativo CGM

A cura di

I consorzi di cooperative sono chiamati a cambiare natura e ruolo: da incubatori d’imprese sociali ad agenzie di sviluppo dei territori. Gli ingredienti del cambiamento: aggregazione di servizi ai cittadini, nuovi settori d’impegno, link con la produzione di beni, forme giuridiche inedite.

Temi > ,