Condividere i saperi, ricomporre le risorse e integrare gli interventi per promuovere i diritti e la tutela dei minori

DGR n.X/4821 "Linee guida per la promozione dei diritti e delle azioni di tutela dei minori con le loro famiglie"

A cura di

Le Linee Guida regionali per la promozione dei diritti e delle azioni di tutela sono state elaborate da un gruppo di lavoro che ha riunito i rappresentanti di tutte le organizzazioni che operano negli interventi di tutela dei minori, e sistematizzano in modo efficace gli orientamenti metodologici già assunti a riferimento da molti territori lombardi, dettagliandone il senso e articolandone il funzionamento concreto tramite l'esplicitazione e la valorizzazione di ruoli, funzioni e competenze di tutti i soggetti coinvolti e coinvolgibili negli interventi di tutela.

2018-06-06T11:43:10+02:0021 Marzo 2016|Categorie: Atti e normative, Minori e Famiglia|Tag: |

L’affido partecipato: perché è così difficile da applicare?

Contributo di Elena Bruno - Assistente sociale del Servizio Tutela Minori Tecum Servizi alla persona - Mariano C.se (CO)

A cura di e

A oltre trent’anni dalla legge 184/83 che istituisce l’affido si è arrivati sostenere, sia nella ricerca sia nella prassi dei Servizi, che la possibilità di partecipare al progetto delle famiglie assieme agli operatori, è un elemento che facilita la realizzazione di affidi con esito positivo. Tuttavia le ricerche rilevano che sebbene gli operatori condividano in sede teorica tale evidenza, nella pratica faticano a realizzare questo approccio nei diversi passaggi del progetto di affido.

2018-06-25T16:08:05+02:0019 Febbraio 2016|Categorie: Minori e Famiglia, Punti di vista|Tag: , |

Cosa fanno e come stanno gli assistenti sociali lombardi nei servizi per la tutela dei minori?

Intervista a Elena Cabiati, assistente sociale, dottore di ricerca in Sociologia e docente di Metodologia del Servizio Sociale presso l’Università Cattolica di Milano

A cura di

In occasione della pubblicazione del volume “Gli assistenti sociali in child protection. Cosa pensano cosa fanno come stanno, un’indagine in Lombardia”, presentiamo i principali esiti della ricerca attraverso un’intervista all’autrice.

2018-06-19T14:49:03+02:0012 Luglio 2015|Categorie: Dati e ricerche, Minori e Famiglia|Tag: |

I servizi residenziali in Lombardia: tra dotazione ed equità territoriale

Ricognizione sul sistema d’offerta per la residenzialità. Analisi dei dati disponibili su Open data regionale

di

A quanto ammonta l’offerta residenziale in Lombardia? Quante strutture e quanti posti? Quale evoluzione ha subito in questi ultimi anni? Come è distribuita territorialmente l’offerta e che livello di copertura del bisogno garantisce? Inizia, con questo approfondimento sulla residenzialità, una ricognizione sullo stato dell’offerta del welfare sociale lombardo.

2018-06-12T15:02:11+02:008 Maggio 2015|Categorie: Anziani, Dati e ricerche, Disabilità, Minori e Famiglia|Tag: , , |

I mille modi della tutela minori

Le configurazioni gestionali e organizzative dei servizi di tutela incidono sulla loro efficacia e qualità?

di

Rispetto alle tante configurazioni organizzative e gestionali che i servizi per la tutela dei minori assumono in Lombardia, quali sono le dimensioni e le possibili attenzioni rispetto a cui interrogarsi per valutarne il funzionamento e l'efficacia? A partire dalle riflessioni emerse da una ricerca dell'Università di Milano Bicocca per il NEASS questo contributo prova a tratteggiare alcuni elementi nodali per contribuire all'ampliamento del dibattito sul tema e stimolare quanti operano a vari livelli in questo settore a riflessioni sempre più orientate al suo sviluppo in termini di qualità e di efficacia.

2018-06-25T16:58:35+02:0020 Giugno 2014|Categorie: Minori e Famiglia, Punti di vista|Tag: |

Quale organizzazione per servizi di tutela minori di qualità?

di Paolo Gualtieri responsabile dell'Azienda Territoriale per i Servizi alla Persona di Ghedi (Bs) e Cecilia Guidetti, ricercatrice IRS e Lombardiasociale.it

A cura di

L'articolo, a partire da una riflessione in merito all'attuale configurazione organizzativa dei servizi di tutela minori in Lombardia, propone la definizione di alcuni requisiti organizzativi minimi perché questi servizi possano considerarsi tali e intervenire efficacemente per rispondere al proprio mandato.

2018-06-21T14:49:23+02:0015 Novembre 2013|Categorie: Minori e Famiglia, Punti di vista|Tag: |

L’assistente sociale e la tutela dei minori: attenzioni e strategie

Un commento al documento prodotto dall'Ordine segli Assistenti Sociali della Lombardia "L'assistente sociale e la tutela dell'infanzia, dell'adolescenza e della famiglia".

di

L’Ordine degli Assistenti Sociali della Lombardia ha recentemente presentato in occasione di un seminario un documento che analizza i percorsi e gli interventi di tutela dei minori interrogandosi sul significato degli interventi, sull’organizzazione dei servizi e sul ruolo professionale degli assistenti sociali in riferimento alla deontologia professionale, proponendosi quindi come una sorta di linee guida per quanti si trovano a svolgere la professione in questa area di intervento.

2018-06-06T12:15:33+02:0031 Ottobre 2013|Categorie: Punti di vista|Tag: |

Comprendere i cambiamenti in atto negli interventi di tutela

Intervista a Teresa Bertotti – CBM Milano e Università di Milano-Bicocca

A cura di

Continua la riflessione intorno al tema del diritto alla tutela di bambine e bambini. Abbiamo chiesto a Teresa Bertotti di aiutarci ad approfondire alcune delle questioni emerse nel dibattito promosso da Lombardiasociale negli ultimi mesi intorno agli interventi di tutela.

2018-06-06T12:16:07+02:0024 Ottobre 2012|Categorie: Minori e Famiglia, Punti di vista|Tag: |

Lo sviluppo del sistema sociale regionale passa attraverso il depotenziamento del ruolo programmatorio dei Comuni e degli ambiti?

Riflessioni sugli effetti stimati delle nuove disposizioni sul Fondo sociale Regionale a partire da un'esperienza territoriale

di

Riflessioni, a partire dall’esperienza concreta di un distretto lombardo, sull’ultima dgr regionale del luglio scorso, che stanzia e regola l’assegnazione di risorse aggiuntive del Fondo sociale regionale e nuove risorse sull’area minori