La presa in carico nei servizi di Assistenza Domiciliare Integrata in Lombardia – 2

Un modello senza modelli?

di e

L’articolo propone la seconda parte dell’analisi elaborata durante un focus group tra erogatori accreditati per l’ADI. Emergono molte difficoltà a ricondurre i diversi aspetti che concernono la presa in carico a un modello unico e omogeneo.

La presa in carico nei servizi di Assistenza Domiciliare Integrata in Lombardia – 1

Primi esiti da un focus group con Enti Gestori del servizio ADI

di e

Questo articolo, primo di una serie elaborata a seguito di un focus group di Enti gestori, inizia un’analisi della presa in carico dei soggetti fragili a partire dal servizio ADI. In contemporanea, viene approfondita anche la concreta applicazione del sistema di assistenza domiciliare integrata in diverse ASL lombarde.

Come se fossi io…

Sguardi, sentimenti, posizionamenti e movimenti differenti in tema di disabilità

di

Le evoluzione nella visione della persona con disabilità, i passi in avanti realizzati in questi ultimi decenni nei servizi, nella società, nel sistema produttivo, sono stati tanti ed importanti. Tuttavia c'è ancora un passaggio da compiere, il più difficile: quello relativo all'assunzione di una diversa prospettiva, "come se fossi io...", nella progettazione dei servizi, dei piani di intervento e delle risposte ai bisogni.

Gli indirizzi regionali per la presa in carico della cronicità in Regione Lombardia

Contributo di Marco Noli - Docente a Contratto di Politica Sociale e Organizzazione dei servizi, Laurea in Scienze del Servizio Sociale, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano

A cura di

Alla fine del 2015 Regione Lombardia ha reso note le linee guida per la presa in carico delle persone affette da malattie croniche nel prossimo triennio. L’articolo enuclea dalla normativa i modelli, la metodologia e gli strumenti per il governo della cronicità, evidenziando nel contempo alcuni punti di forza e alcuni punti di debolezza, da presidiare attentamente.

Valutazione Multidimensionale: i limiti attuali e le prospettive di cambiamento necessarie

Contributo di Roberto Franchini - Responsabile Area Strategia, sviluppo e formazione, Opera Don Orione

A cura di

Continua il dibattito sulla revisione dei sistemi di valutazione per la disabilità in un’ottica multidimensionale.

La valutazione multidimensionale … questa (s) conosciuta?

In dialogo con Serafino Corti - Fondazione Sospiro, Roberto Cavagnola - Fondazione Sospiro e Marco Zanisi - Cooperativa sociale Serena

A cura di

La valutazione multidimensionale del bisogno delle persone con disabilità è nominata praticamente in ogni atto della nuova Giunta. Quali siano però compiti, funzioni e ruoli dei diversi attori non è ancora chiaro e lasciando grande autonomia ed ampia discrezionalità anche nella scelta degli strumenti. LombardiaSociale, con questo un primo contributo, avvia un dibattito sul tema che proseguirà nei prossimi mesi.